BI-TEST®

BI-TEST®

SCREENING IN GRAVIDANZA PER LA DIAGNOSI DI CROMOSOMOTAPIE

È lo Screening Ecografico e/o Biochimico, multiplo e computerizzato, per il calcolo del rischio effettivo di aneuploidia fetale (alterazioni cromosomiche) nel primo e nel secondo trimestre di gravidanza.

Il test non ha valore diagnostico al contrario della villocentesi e dell’amniocentesi: sono pertanto possibili, falsi positivi e falsi negativi.

Lo screening non rivela neanche le malformazioni fetali (la diagnosi prenatale si esegue con l’ecografia morfologica).

Questo straordinario ed innovativo programma ha potenzialità di calcolo molto articolate e differenziate. Esso consente di eseguire screening completi e combinati, attraverso metodi di analisi matematica molto sofisticati, mediante valutazione comparativa di parametri Ecografici, (morfologici e biometrici) e Biochimici:

  • Screening Ecografico del primo trimestre di gravidanza attraverso la valutazione ecografia fino a 3 parametri biometrici (Crown-Rump Length, translucenza nucale, frequenza cardiaca fetale) e fino a 2 markers morfologici (osso nasale, rigurgito della valvola tricuspide).
  • Calcolo del rischio nel primo trimestre limitatamente a 2 parametri Biochimici (βeta-hCG e PAPP-A)
  • Calcolo Ecografico/Biochimico del primo trimestre di gravidanza.
  • Screening Ecografico del secondo trimestre di gravidanza attraverso la valutazione ecografica fino a 5 parametri biometrici (diametro biparietale, femore, omero, pielectasia e plica nucale) e fino a 8 markers morfologici (intestino iperecogeno, foci cardiaci, difetto interventricolare, versamento pericardico, rigurgito della valvola tricuspide, sproporzione destra/sinistra del cuore, tratti di efflusso ed anomalie strutturali).
  • Calcolo del rischio nel secondo trimestre limitatamente a 3 parametri Biochimici (AFP, μE3, hCG).
  • Calcolo Ecografico/Biochimico del secondo trimestre di gravidanza.

 

Leave a reply →

 

Social Network Widget by Acurax Small Business Website Designers